on magazines...

Last week I managed to pick up a copy of a lovely french cross-stitch magazine. A good read, and a very interesting source of new ideas, which made me wonder... What makes a "good" stitching magazine?
La scorsa settimana ho comprato una copia di una bella rivista francese di punto croce. Una lettura piacevole, e una miniera di idee nuove e interessanti, cosa che mi ha fatto pensare ... Come è fatta una "bella" rivista di ricamo? 
I don't have a favorite mag, although I subscribe to a couple and buy the occasional copy of the ones I don't have a subscription to. However, none of the ones I have "met" so far entirely pleases me... When I first discovered stitching some years ago, there were only a couple of magazines in Italy featuring cross-stitch. In the past few years there has been a revamp of the interest in embroidery, and you now find half a dozen different magazines, though all quite similar to one another. In general, you get the impression that in italy cross-stitch rhymes with baby bibs or blankets, kitchen towels, flowers and Christmas decorations. And, apart from charts, magazines do not come with articles or letters or any reading stuff. A pity, at least for me...
The German and Swiss magazines I managed to "cross", LOL, are on the same style, though more varied. You get the usual little yellow duck you would stitch on a baby bib on one page, but you might find a most intricate quaker pattern on the next. Practical, as everybody will find something to stitch in each issue. And there's plenty of reading stuff too!! A shame my German is not sufficiently good... :(
French magazines have gorgeous charts, especially if you look for that cunning look that comes from huge use of monochrome stitching, stilish design and inventive finishing touches. Rich in reading stuff, you find some good tips on shops, designers and meetings, and can dream! as they really know how to take lush photos. The negative side? so few pages in each of them!!
What I love about British magazines is the fact that they care about readers. You have letters, stories, photos of other stitchers finishes, chat. I might not always like the designs, which too often abund in cute characters, but I will certainly spend an entertaining evening reading them... 
I subscribe to a US mag, which would not be an easy find otherwise, and used to subscribe to an online Australian magazine (unfortunately "killed" by too frequent copyright infringement...., such a shame!!). Love the job they do in recovering ancient samplers and re-charting them.... Funny that such young countries (was it not the New World?) should be so much more concerned about tradition than our old Europe...  Hats off to them though, I really enjoy their designs...!
OK, re-reading these lines, I realize I am just a bit too picky... I keep saying I don't have a favorite mag, but still manage to pile up loads of them, LOL!!!



Non ho una rivista preferita, anche se sono abbonata ad un paio e occasionalmente acquisto una copia di quelle a cui non ho l'abbonamento. Tuttavia, nessuna delle riviste in cui mi sono "imbattuta" finora mi soddisfa veramente ...Quando ho scoperto il ricamo alcuni anni fa, in Italia c'erano solo un paio di riviste di punto croce. Negli ultimi anni c'è stato un revival dell'interesse per il ricamo, ed ora ce ne sono almeno una mezza dozzina, anche se tutte molto simili tra loro. In generale, l'impressione è che in Italia punto croce faccia rima con bavaglini per bambini e coperte, asciugamani da cucina, fiori e decorazioni natalizie. E, a parte gli schemi, nelle riviste non c'è altro, nè articoli nè lettere, nulla quanto a lettura. Un vero peccato, almeno per me! 
Le riviste tedesche e svizzere che ho "incrociato" sono sullo stesso stile, ma decisamente più varie. C'è la solita paperella gialla adatta a un bavaglino, ma magari nella pagina accanto c'è un intricato disegno Quaker. Pratico, così sicuramente tutti trovano qualcosa da ricamare in ogni numero. E c'è un sacco da leggere... Peccato che il mio tedesco sia così rudimentale... :(
Le riviste francesi... hanno schemi bellissimi, soprattutto se uno ama quel look accattivante che viene da un uso capace del ricamo monocromatico, da disegni eleganti e una grande creatività nelle proposte sulle applicazioni del ricamo. E sono spesso piene di cose da leggere, dai consigli sui negozi, alle interviste con i designers, alle fiere. E si può sognare! perchè sicuramente sanno come usare la carta patinata... L'aspetto negativo? hanno davvero pochissime pagine! 
Quello che mi piace delle riviste inglesi invece, è il fatto che si occupano dei loro lettori. Ci sono lettere, storie, foto dei ricami creati dai lettori, insomma ci sono anche delle ... chiacchiere a punto croce! Spesso i disegni non sono per me, a volte abbondano troppo con i "pupazzetti" ma sicuramente sono una piacevolissima lettura! 
Sono abbonata ad una rivista americana (soprattutto perchè altrimenti non sarebbe facile trovarla!), ed ero abbonata ad una rivista online australiana (purtroppo "uccisa" recentemente dalle troppo frequenti violazioni del copyright .... un vero peccato!). Adoro il lavoro che fanno nel recuperare vecchi sampler e disegni antichi di cui ripropongono lo schema .... E' curioso che paesi così giovani (non erano forse il Nuovo Mondo?) siano più attenti alla tradizione della nostra vecchia Europa ... Tanto di cappello comunque, mi piacciono proprio i loro disegni!
OK, rileggendo queste righe, mi rendo conto che sono un po' troppo esigente ... e anche se continuo a dire non ho una rivista preferita, direi che sono comunque in grado di accumularne montagne, LOL!

Comments

  1. I am not very familiar with the European magazines, except for Anna Burda from Germany (and a Dutch magazine I have a couple of old copies of called Ariadne Borduren). I totally agree with you about the British ones! I love all the chat and sharing. I wish American ones did that. Have you seen the American magazine "Antique Sampler and Needlework Quarterly"? If not, I'd be glad to send you one.

    I guess if I had my dream, there would be a thick magazine every month with a wide variety of pieces on linen done in hand-dyed threads, with plenty of chat and letters from lovely stitching friends!

    ReplyDelete
  2. Oh, I love Antique Sampler and Needlework, have been thinking about subscribing to it too as they really have some lovely designs. And I totally agree on your dream magazine :) will subscribe to it immediately!!!

    ReplyDelete

Post a Comment

thank you for stopping by! grazie della visita!